);

Il rivellino

I rivellini erano piccole fortificazioni erette davanti agli accessi di un castello, separate dalle mura principali.

Al Castello di Novara, l’unico rivellino ancora esistente, a difesa dell’ingresso Nord, è stato costruito intorno agli anni settanta del Quattrocento.

A seguito dell’assedio del 1495, fu rinnovato da Ludovico il Moro, che lo fece restaurare.

Oggi, di questo rivellino ne resta solo il basamento, all’interno del fossato, il cui interno costituisce uno dei più suggestivi sotterranei del castello. Nonostante ciò, grazie ad alcuni disegni, sappiamo che era alto circa 10 metri, con parapetto coronato da merlatura e circondato, come il castello, da ampia e profonda fossa.

A Ovest del rivellino vi era un’ulteriore fortificazione difesa da uno spiegamento di 12 cannoni: i resti di questa struttura sono probabilmente conservati sotto le aiuole di piazza Martiri.

Un interessante approfondimento si trova nella pubblicazione del Gruppo Grotte C.A.I Novara: “Il Castello di Novara e i suoi sotterranei – Guida per il visitatore curioso”